Michela Guerra – Psicologa e Psicoterapeuta (in formazione) Manfredonia

Psicoterapia Breve Strategica

 

Formazione ed esperienza

Sono iscritta dal 2016 all’albo degli Psicologi della regione Puglia (n. 5239). Precedentemente ho conseguito la laurea triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche e magistrale in Psicologia Cognitiva, seguite dal tirocinio post lauream in ambito Clinico presso il Centro di Terapia Breve Strategica di Arezzo.

In occasione della stesura di entrambe le tesi di laurea, ho condotto lavori sperimentali su campioni di partecipanti giovani adulti e anziani. Ho analizzato e confrontato le prestazioni di entrambi i gruppi sperimentali, con l’obiettivo di indagare l’evoluzione delle abilità cognitive ed emotive, in particolare nel passaggio dall’età adulta alla vecchiaia.

Durante la pratica di tirocinio, svoltasi nell’arco di un anno, ho osservato diagnosi e interventi clinici condotti su centinaia di pazienti provenienti da ogni parte di Italia (e del mondo) e molteplici applicazioni di problem solving strategico anche in ambiti non clinici, esperienza preziosissima che ho trovato estremamente formativa e che senza dubbio influenza il mio lavoro attuale.

Parallelamente ho svolto attività di mentoring presso famiglie disagiate, entrando nel vivo di realtà tanto spiacevoli quanto diffuse, ho seguito e guidato l’evoluzione dei componenti, in particolare di ragazzi e bambini segnalati dai Servizi Sociali, quasi sempre affetti da DSA e ADHD, con storie incredibili alle spalle. Esperienze che mi hanno arricchita soprattutto dal punto di vista umano, nonostante i tanti anni di volontariato che hanno formato la mia persona e segnato la mia crescita.

Attualmente sono specializzanda presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Breve Strategica (AR) diretta e fondata da Giorgio Nardone, grande maestro di vita oltre che eccelso insegnante e terapeuta.

Faccio ulteriore pratica clinica presso l’ASL di Manfredonia nell’ambito del servizio socio-sanitario del Consultorio Familiare, dove posso toccare con mano i disagi del cittadino comune e dare il mio contributo ad un servizio a disposizione di ogni cittadino, a prescindere dalla propria estrazione sociale.

 

Perché ho scelto la Terapia Breve Strategica

Di impronta epistemologica costruttivista, l’approccio Breve Strategico si prefigge lo scopo di risolvere i problemi rispettando i criteri di efficacia (raggiungimento dell’obiettivo) e di efficienza (raggiungimento dei risultati nel minor tempo possibile) attraverso l’uso di strategie e stratagemmi creati ad hoc per ogni tipologia di problema e per ogni obiettivo da raggiungere. Utilizzando diagnosi operative e interventi pragmatici basati su logiche non ordinarie, è possibile giungere in tempi brevi alla soluzione del problema intervenendo direttamente su di esso.

 

Condividi